Casalnuovo: 219 tra topi, blatte e mancanza d’acqua. Viva il Cambiamento

di Gaetano Fioretti

FotoGaetano

Senz’acqua. Topi e blatte. Pare la scena di un film. Che sia tragico o comico non si sa. Di certo il regista ha fatto un “buon lavoro”.
Ancora una volta a chiedere ciò che spetterebbe di diritto. Giovedì un primo segnale di protesta. Ieri, ancora più stanchi, i Cittadini della 219 di Casalnuovo si ripresentano dinanzi al Municipio. Che amarezza.
Famiglie, mamme e bambini abbandonati da uno Stato di Diritto mancante proprio nei Diritti essenziali.
Uno Stato incapace di assistere. Uno Stato assente che dimostra la sua fragilità in momenti, tristi, come questo.
L’acqua è vita. Come è possibile avere, ancora oggi, problemi del genere? Come è possibile che un’amministrazione possa permettere questo degrado sociale. Di chi sia la colpa non si sa e probabilmente non si saprà mai. Di certo, se si prospetta un cambiamento poi bisogna assumersi le “Responsabilità Politiche” di quanto si è detto.
Tuonava forte come un fulmine il NO GORI del Sindaco Pelliccia. Oggi, si può iniziare a pensare che quello era un fulmine a ciel sereno. Un Fulmine che permette di vincere le elezioni ma che non scatena alcuna tempesta. Tantomeno nella potente realtà Gori.
Ora la priorità è senz’altro quella di portare acqua alle centinaia di famiglie che vivono nella 219. La polemica sterile ed improduttiva senz’altro porta al nulla. Dopo ognuno dovrebbe porsi delle domande. Perché bisogna sempre giungere in situazioni di estrema difficoltà come questa? Perché risolvere i problemi sempre e solo dopo aver portato i Cittadini all’esasperazione?
Il compito della Politica dovrebbe essere quello di facilitare la vita della Comunità Cittadina.
Invece? Cosa ha prodotto questa Politica?
Le Periferie. Presenti in ogni programma elettorale. Da anni. Anche a Casalnuovo si parlava di Periferie al Centro. Ed oggi, possiamo dire che, in questo, Pelliccia è stato di parola. Ha portato i Cittadini delle periferie al centro. Sul Corso. Dinanzi al Municipio. Per due giorni consecutivi. Per protestare contro un’amministrazione, che a detta loro, li ha abbandonati. Lamentano la presenza di blatte e topi. Assurdo permettere questo.
Ora al più presto si ponga fine a questo degrado. Poi, con umiltà, ognuno inizi a pensare a quanto ha prodotto. Ci si ponga delle domande. Il giudizio al Politico si scinderà da quello alla persona. E si comincerà ad apprezzare chi ,con umiltà, ammette i propri limiti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...