Casalnuovo. Sversamenti illeciti. Parla l’Avv. Gragnaniello.

di Gaetano Fioretti

Avv. Gragnaniello : “Un fenomeno tremendo. Al Sindaco,alle Forze dell’Ordine,alla Magistratura : Siate intransigenti”

Giuseppe Gragnaniello
Giuseppe Gragnaniello – Avvocato Penalista,Cultore di Diritto Processuale Penale presso l’Università Federico II di Napoli,Docente di Diritto Penale presso l’Università Telematica Pegaso.

Sversamento di rifiuti tossici. Pare una piaga destinata a non finire mai…
E’ un fenomeno tremendo, la cui connotazione di intollerabilità (morale, etica, sociale e
giuridica) è ancor più aspra se solo si pensi al movente di queste azioni criminose
contro l’ambiente e contro l’uomo, movente puramente economico. Chi traffica in
rifiuti è mercante di morte, e in quanto mercante agisce esclusivamente a fini di
profitto: questo deve essere chiaro a tutti.
Forze dell’ordine,istituzioni,politica. È un sistema incapace o con le mani legate?
E’ certamente un sistema che fino ad oggi non ha approntato delle azioni incisive e
necessarie alla tutela della vita e della salute dei cittadini: una gestione della
problematica sicuramente fallimentare. Certo, c’è stata e c’è incapacità, derivante anche
dalla straordinaria diffusività del fenomeno; ma talvolta ritengo ci sia stata anche
omissione cosciente, e la magistratura ha il compito delicatissimo di stabilirne le
effettive connotazioni di gravità.
Pensiamo anche a ciò che nei giorni scorsi è accaduto in Campania e in special modo al
Parco Nazionale del Vesuvio, laddove le pubbliche amministrazioni hanno assistito
alla devastazione di ettari di terreno boschivo, senza essere riuscite a stroncare sul
nascere i primissimi focolai, appiccati da chissà quale mano e per chissà quale fine.
Legge sugli Ecoreati. Cosa cambierà per coloro che commettono crimini ambientali?
La legge 68 del 2015 rappresenta senz’altro un grosso passo in avanti, se sol si pensi
all’introduzione di plurime fattispecie di reato contro l’ambiente, che vanno dal
semplice inquinamento al disastro ambientale, all’associazione a delinquere (semplice,
o di stampo camorristico-mafiso) finalizzata alla commissione di ecoreati, con pene
anche superiori ai vent’anni di reclusione. Segnalo, in particolare, l’introduzione del
deterrente economico costituito dalla confisca del profitto derivante dall’attività
criminosa; confisca che, se applicata con effettività ed intransigenza, può costituire una
misura ancor più incisiva della mera privazione della libertà personale, dal momento
che si colpisce il crimine nella sua ragion d’essere, che, come affermavo poc’anzi, è
rappresentata dal movente economico. Cionondimeno, lamento una carenza
d’intervento legislativo sul piano della prevenzione.
Può un legale non essere garantista? E come fa un cittadino,che di professione fa
l’avvocato penalista, a non essere giustizialista?
Guardi, garantismo e giustizialismo sono concetti molto fumosi, se avulsi dal contesto
processuale e non relazionati alla lettura effettiva delle emergenze probatorie.
Personalmente, sono solito esprimere le mie valutazioni in ordine all’endiadi
colpevolezza-innocenza, solo dopo l’attenta e scrupolosa lettura degli atti investigativi
prima, e processuali poi. Vige nel nostro ordinamento la presunzione di non
colpevolezza (Art. 27 Cost.) fino a sentenza definitiva. Ciò comprova quanto appena
detto: il garantismo è concetto che non si può scindere dall’evoluzione di un processo
penale, e i processi si evolvono sulla base delle emergenze probatorie. Cionondimeno
invoco, non solo come privato cittadino ma anche quale operatore del diritto, il giusto
trattamento sanzionatorio (e l’effettiva esecuzione della pena) per chi, ad ogni livello,
sia ritenuto dall’Autorità Giudiziaria responsabile vuoi di crimini contro l’ambiente,
vuoi di ogni altro comportamento antisociale qualificabile in termini di reato.
Casalnuovo. Trovata discarica abusiva. Qualcuno parla di 7000 mq di materiale
interrato. Cosa mi dice a riguardo?
Apprendo con sgomento, dagli organi di stampa, che l’impressionante mole di rifiuti
sia stata posta a diretto contatto con la falda acquifera, da cui gli agricoltori dei terreni
limitrofi attingono per l’irrigazione dei campi. Se penso al fatto che tali modalità di
“trattamento” non costituiscano affatto un episodio isolato, ho la misura di quanto
ognuno di noi possa considerarsi in serio ed effettivo pericolo. Ciò mi induce ad essere
francamente pessimista in ordine al futuro delle popolazioni campane; popolazioni in
ultima analisi vittime di sé stesse. Tanto, dal momento che nessuno di noi ha saputo
difendere la terra fino in fondo, quando invece sarebbe bastato non inchinarsi alle
seduzioni demoniache del denaro, che fa gola a tutti, diciamocelo senza ipocrisie. E il
denaro, sovente, va “a braccetto” col potere costituito.
Sopravviviamo su di un’estensione territoriale martoriata, il cui livello di salubrità è
posto costantemente in pericolo anche dalle scelleratissime azioni amministrative
tramite cui sono stati concentrati, in un perimetro di poche decine di chilometri
quadrati, insediamenti volti allo smaltimento dei rifiuti che sovente costituiscono essi
stessi un pericolo per le popolazioni locali. Ad esempio, se Casalnuovo piange, non
ridono certo Acerra e Pomigliano, dove a breve sarà installato un colossale impianto di
compostaggio aerobico, sulla cui sbandierata innocuità non c’è un accordo unanime
della comunità scientifica.
Ci sono il Sindaco di Casalnuovo,le Forze dell’ordine e la Magistratura. Cosa
direbbe ad ognuno di loro?
Siate intransigenti. Ognuno faccia il proprio dovere, illuminato dalla Costituzione, dal
sentimento di giustizia, dal buon senso, dalla pietà, e in ultima analisi dalla coscienza.
Collaborate senza alcuna paura, senza alcuna remora, senza alcun timore reverenziale.
Siete e restate i nostri pochi punti di riferimento, e la circostanza per la quale siete pur
sempre remunerati con danaro pubblico vi impone -in relazione alle rispettive ed
eterogenee competenze funzionali- un doppio dovere di tutela, nei confronti dei
cittadini che invocano il vostro intervento, affidandovisi.

Casalnuovo Stanca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...