NUOVI IMMIGRATI A CASALNUOVO? NIENTE VERO.

img_20161203_141316
Hotel Rea,Casalnuovo di Napoli (Tavernanova)

Abbiamo intervistato Antonio Ossuto, comproprietario dell’Hotel Rea, in merito alle voci relative all’arrivo di 200 immigrati nella sua Struttura Alberghiera. Niente di vero.

di Gaetano Fioretti

Premesso che nella accoglienza vi è l’essenza della vita. Accogliere,ospitare,salvare vite umane provenienti da chissà quale realtà,dovrebbe essere attività prioritaria di uno “Stato Assistenziale” e di una “Europa Solidale”. Premesso anche che l’accoglienza viene a scontrarsi,soprattutto in Italia, con una realtà particolare. Uno “Stato Assistenziale” solo di nome che non riesce,ad esempio, ad arginare la piaga della disoccupazione. Non riesce a dare risposte alle fasce deboli della società che si trovano ogni giorno a lottare per la sopravvivenza. Da un lato chi ha perso tutto,dall’altro chi lotta per non perdere tutto. In mezzo chi scappa da una guerra. Pronto a prendere offese da destra e da sinistra pur di sopravvivere. La questione è troppo complessa per essere analizzata qui. Qui,in un contesto comunale,possiamo limitarci a prendere atto di situazioni di fatto. Possiamo solo informare,come è giusto che sia,e lasciare che altri traccino la linea di demarcazione tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato in merito ad accoglienza,preoccupazione,assistenza e disoccupazione.

Si diceva che l’Hotel Rea avrebbe ospitato 200 immigrati. Stanchi delle parole,stanchi delle chiacchiere da bar,abbiamo deciso di intervistare Antonio Ossuto,comproprietario dell’Hotel Rea. Per informare i cittadini Casalnuovesi. Per placare gli animi e le preoccupazioni.

Girano voci riguardo l’arrivo di 200 immigrati a Casalnuovo. Sarebbero ospitati dall’Hotel Rea.

Intanto questa cosa è infondata. In quanto non ho preso accordi con nessuno per questo tipo di utilizzo dell’Hotel Rea. Anzi,chiedo a colui che ha posto in essere tali voci di fornire le prove di ciò.

Però le voci sono insistenti. Se ne parla anche su alcuni gruppi di Facebook.

A riguardo mi sembra opportuno fare chiarezza su alcuni interventi fatti sui social. Innanzitutto ribadisco che non sono stati presi accordi ,ne da me ne dagli altri proprietari, per l’accoglienza di eventuali immigrati. Rispondendo a chi ha scritto che non siamo stati capaci di “mantenere viva l’attività dei nostri familiari esistente da oltre 50 anni” rispondo che il sottoscritto ha preso la gestione dell’Hotel Rea, nel 1981, quando era ancora “Pensione Rea” di sole 7 camere trasformandola in un Hotel di 33 camere con una sala ristorante di 200 coperti,parcheggio sotterraneo e solarium sul tetto. Il tutto quando buona parte di coloro che hanno commentato sui social non erano ancora nati.

Altri hanno proposto l’eventualità di trasformare l’Hotel in una residenza per l’Asl di Casalnuovo. A questi rispondo che il sottoscritto ha già avuto un colloquio con il Sindaco a tal proposito.

In riferimento alle presunte visite all’interno dell’Hotel tengo a precisare che stiamo valutando proposte in merito alla vendita della struttura. Quindi pare normale ricevere visite nella mia proprietà. Aggiungo che qualcuno tra i commenti sui social aveva proposto l’acquisto dell’Hotel da parte di “Tavernanovesi”. A riguardo informo che sono a disposizione per una trattativa.

La cosa che più fa male è leggere commenti in cui si propone di occupare l’Hotel o addirittura di incendiarlo. A questi signori rispondo che qualora dovessero verificarsi uno o più eventi tra quelli scritti adiremo le sedi opportune avendo gli screenshot dei commenti. Tengo a precisare che capisco l’importanza dell’accoglienza ma sono anche consapevole della preoccupazione dei cittadini di Tavernanova. Per questo ribadisco,ancora una volta, che non vi è nessun accordo in merito alla possibilità di ospitare immigrati.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...