Grazie Josi. Bacoli Rivoluzionata

di Biagio Veneruso

 

josy     Josi Gerardo Della Ragione

Mi sento originario di Bacoli perché ho vissuto lì i primi sei anni della mia vita ed ogni estate ci torno per andare al mare a Capo Miseno oppure la sera in uno dei tanti locali sulla spiaggia. Conobbi Josi ad un evento del Movimento 5 stelle di Pomigliano D’Arco un anno e mezzo fa: fu invitato a parlare da Dario De Falco e fece un discorso appassionato sulla necessità di dare una svolta proattiva all’amministrazione di una città piena di potenzialità quale Bacoli. Devo dire che mi sembrò un tipo un po’ esaltato, forse troppo presuntuoso. Sceso dal palchetto, però, gli chiesi di poterlo aggiungere su Facebook e da allora lo seguo quotidianamente. Stamattina ho letto che il consiglio comunale di Bacoli sarà sciolto perché 5 consiglieri della maggioranza sono passati all’opposizione e in 9 si sono dimessi facendo così cadere la giunta del Sindaco Josi Gerardo Della Ragione. Sì perché, nel frattempo, Josi è diventato Sindaco della città e in un anno appena di lavoro ha rivoluzionato quella parte di terra flegrea, riaprendo spazi, ripulendo spiagge, avviando progetti di restauro con la Soprintendenza per il rilancio di monumenti e siti archeologici, migliorando i servizi di trasporto…insomma, ha lavorato per il bene comune in totale discontinuità con le precedenti amministrazioni incuranti di valorizzare le tante bellezze sia paesaggistiche che artistico-culturali. Sicuramente Josi avrà pestato i piedi a troppa gente, sicuramente avrà intaccato e attaccato poteri forti e interessi malavitosi. Ecco allora che persone elette nella sua maggioranza gli voltano le spalle passando all’opposizione. In un periodo di crisi come quello attuale in cui è molto più facile che si passi dall’opposizione alla maggioranza e non viceversa, ci si chiede quali e quanti interessi ci siano stati dietro a questa decisione clamorosa. Josi è un illuminato, uno innamorato della sua terra, una persona onesta, uno che vuole far rivivere i fasti di una terra pregna di storia, mitologia, cultura, fascino, bellezza. Ma purtroppo Bacoli oggi è la cartina di tornasole dell’Italia: una Nazione corrotta, opportunista, di traditori…un Paese provinciale, ignorante. Dura ripartire, non me la sento di chiedergli di andare avanti sinceramente…mi sento solo di dirgli grazie per tutto quello che ha iniziato a fare e per tutto quello che ha pensato di fare. Non so se tornerò a Bacoli. P.s. A lasciare i banchi del consiglio sono stati i sigg. Capuano, Schiano, Carannante Antonio, Carrannante Monica, Savoia, Perreca, De Cicco, Scotto di Carlo e Radice.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...